PLC Programmer: cosa fa, chi è, stipendio e guida carriera

Foto dell'autore

By Andrea Barbieri

Home > News feed > Competenze e tecnologie > PLC Programmer: cosa fa, chi è, stipendio e guida carriera

Cosa fa un PLC Programmer

Un PLC Programmer, o programmatore di controllore logico programmabile, è un professionista che sviluppa e implementa software per controllare dispositivi meccanici o elettrici.

Ruolo e attività nel lavoro

Le attività chiave di un PLC Programmer includono:

  • Programmazione di PLC: I programmatori PLC sviluppano e modificano il software del PLC per controllare vari dispositivi. Ad esempio, potrebbero programmare un PLC per controllare le operazioni di una linea di assemblaggio in un’azienda come Siemens o Rockwell Automation.
  • Test e debugging: I programmatori PLC testano il software del PLC per assicurarsi che funzioni come previsto. Se ci sono problemi, li identificano e li risolvono.
  • Manutenzione del sistema: Essi mantengono e aggiornano regolarmente il software del PLC per garantire che continui a funzionare efficacemente e in sicurezza.

PLC Programmer: le competenze tecniche

Un programmatore di PLC richiede una serie di competenze tecniche specifiche, tra cui:

  • Competenza con linguaggi di programmazione PLC: I programmatori PLC devono avere un’ottima conoscenza dei linguaggi di programmazione specifici per PLC, come Ladder Logic, Structured Text e Function Block Diagram.
  • Capacità di problem-solving: Essi devono essere in grado di identificare e risolvere i problemi che possono sorgere durante la programmazione e l’implementazione del software del PLC.
  • Conoscenza dei sistemi di controllo industriale: Devono avere una buona comprensione dei sistemi di controllo industriale, come SCADA (Supervisory Control and Data Acquisition) e DCS (Distributed Control System).

Quali strumenti utilizza

Un programmatore di PLC utilizza una varietà di strumenti e tecnologie, tra cui:

  • Software di programmazione PLC: Questi strumenti, come Rockwell’s RSLogix o Siemens’ SIMATIC STEP 7, sono utilizzati per sviluppare e modificare il software del PLC.
  • Simulatori di PLC: I simulatori di PLC, come PLCLogix o LogixPro, permettono ai programmatori di PLC di testare e debuggare il loro software in un ambiente virtuale.
  • Strumenti di gestione dei progetti: Strumenti come Microsoft Project o Jira sono spesso utilizzati per gestire e tenere traccia dei progetti di programmazione del PLC.

Cosa fanno i diversi tipi di PLC Programmers

I PLC Programmers possono specializzarsi in vari settori, ognuno dei quali richiede una conoscenza specifica di diverse piattaforme di PLC e contesti industriali. Ecco alcune delle specializzazioni più comuni:

  • Programmatore PLC per l’industria automobilistica: In questo settore, i programmatori di PLC lavorano con complessi sistemi di produzione e assemblaggio. Devono essere competenti con PLC come quelli prodotti da Siemens, che sono ampiamente utilizzati in questa industria.
  • Programmatore PLC per l’industria dei processi: i programmatori di PLC in questo settore potrebbero lavorare con sistemi di controllo di processi chimici, petroliferi o alimentari. Potrebbero richiedere una familiarità con i PLC prodotti da Rockwell Automation e Schneider Electric.
  • Programmatore PLC per l’industria manifatturiera: in questo campo, i programmatori di PLC potrebbero lavorare su sistemi di automazione per la produzione di beni di consumo, richiedendo competenze con una varietà di PLC.

PLC Programmer: cosa fa in un giorno

Un tipico giorno di lavoro per un PLC Programmer può variare a seconda del settore e del progetto specifico su cui sta lavorando. In generale, potrebbe iniziare la sua giornata controllando eventuali problemi segnalati dai team di produzione o manutenzione riguardanti il funzionamento delle macchine.

Successivamente, potrebbe trascorrere del tempo a sviluppare o modificare il codice del PLC per migliorare la funzionalità o risolvere i problemi identificati. Questo potrebbe includere l’utilizzo di software di programmazione PLC come RSLogix o SIMATIC STEP 7.

Il pomeriggio potrebbe essere dedicato a testare le modifiche apportate al software del PLC, utilizzando simulatori di PLC o testando direttamente sulle macchine. Infine, potrebbe trascorrere del tempo a documentare il suo lavoro, a partecipare a riunioni di progetto o a formarsi su nuove tecnologie o pratiche di programmazione PLC.

Stipendio e carriera del PLC Programmer

Stipendio in Italia

In Italia, lo stipendio medio per un PLC Programmer si aggira attorno ai 30.000 – 35.000 euro all’anno per i programmatori di livello entry-level, mentre i programmatori esperti possono guadagnare oltre 50.000 euro all’anno.

Progressione di carriera e promozioni

La progressione di carriera per un PLC Programmer può variare in base all’industria e all’azienda. Tuttavia, una traiettoria di carriera comune potrebbe essere la seguente:

  • PLC Programmer Junior: A questo livello, i programmatori lavorano sotto la supervisione di programmatori più esperti e si concentrano sullo sviluppo delle loro competenze di programmazione e sulla comprensione dei sistemi di controllo specifici.
  • PLC Programmer Senior: Dopo alcuni anni di esperienza, i programmatori possono avanzare a ruoli senior, dove prendono in mano progetti più complessi e possono supervisare i programmatori junior.
  • Automation Engineer: In alcuni casi, i programmatori di PLC possono avanzare in ruoli di ingegneria dell’automazione, dove possono progettare interi sistemi di automazione, inclusi non solo i PLC, ma anche altri sistemi di controllo.

Come diventare PLC Programmer

Diventare un PLC Programmer richiede una combinazione di formazione formale, competenze tecniche e esperienza pratica. Ecco i passaggi chiave per diventare un programmatore di PLC:

  • Conseguire un diploma o una laurea in un campo correlato come l’ingegneria elettrica o meccatronica.
  • Acquisire una solida comprensione dei sistemi di controllo e della programmazione PLC. Questo può essere ottenuto attraverso corsi specifici o certificazioni offerte da produttori di PLC come Siemens o Rockwell Automation.
  • Ottenere esperienza pratica attraverso stage o posizioni entry-level. Questo ti permette di applicare le tue conoscenze teoriche in un ambiente di lavoro reale e di familiarizzare con i tipi specifici di PLC utilizzati nel tuo settore di interesse.

Certificazioni per PLC Programmer

Esistono diverse certificazioni che possono rafforzare le competenze di un PLC Programmer e aumentare la sua employability:

  • Siemens Certified Programmer: Offerto da uno dei principali produttori di PLC, questo certificato valida la conoscenza e le competenze nel lavoro con i PLC Siemens.
  • Rockwell Automation’s Logix Certificate: Questa certificazione è specifica per i PLC di Rockwell Automation e la loro piattaforma Logix.
  • Certified Automation Professional (CAP): Questa è una certificazione più generale offerta da ISA (International Society of Automation) che copre non solo la programmazione di PLC, ma l’automazione in generale.

Libri interessanti sul lavoro del PLC Programmer

Per un PLC Programmer, i seguenti libri possono essere molto utili per approfondire le loro competenze:

  • “Introduction to PLCs: A beginner’s guide” di Jay Patrick
  • “Automating Manufacturing Systems with PLCs” di Hugh Jack
  • “PLC Programming Using RSLogix 500” di Gary D. Anderson
  • “Learning RSLogix 5000 Programming” di Austin Scott
  • “Programmable Logic Controllers” di Frank D. Petruzella
  • “PLC Programming for Industrial Automation” di Kevin Collins
  • “Modern Control Engineering” di Katsuhiko Ogata
  • “Control Systems Engineering” di Norman S. Nise

Domande comuni ai colloqui per PLC Programmer

Qui ci sono alcune domande tecniche che un PLC Programmer potrebbe aspettarsi in un colloquio di lavoro:

  • Qual è la tua esperienza con la programmazione di PLC?
  • Hai esperienza con il PLC di specifici produttori, come Siemens o Rockwell?
  • Come gestisci la risoluzione dei problemi in un sistema PLC?
  • Sei in grado di leggere e interpretare schemi elettrici?
  • Qual è il tuo approccio alla sicurezza durante la programmazione e il testing di un PLC?
  • Hai mai dovuto risolvere un problema di automazione che richiedeva una soluzione innovativa? Se sì, come hai affrontato il problema?
  • Hai esperienza con la programmazione di sistemi di controllo oltre ai PLC, come i DCS o i PAC?

Lascia un commento