E-commerce Manager: chi è, cosa fa, stipendio e guida completa

Foto dell'autore

Andrea Barbieri

 

Home > News feed > Figure professionali > Professioni digitali > E-commerce Manager: chi è, cosa fa, stipendio e guida completa

In questo articolo, esploriamo in dettaglio il profilo professionale dell’E-Commerce Manager, analizzando le competenze richieste, il percorso formativo consigliato per diventare un esperto in questo campo e le aspettative salariali legate a questa posizione. Dal suo ruolo cruciale nell’e-commerce all’importanza delle abilità interpersonali, ci addentreremo in tutte le sfaccettature che caratterizzano questa figura professionale dinamica e in continua evoluzione.

Chi è l’E-Commerce Manager?

L’E-Commerce Manager è un professionista digitale che gestisce il “negozio web” per l’intero processo di vendita online: dalla scelta dei prodotti e dei servizi da offrire, all’ideazione e gestione di campagne di marketing. In Italia spesso è una figura tanto strategica quanto operativa. Le sue responsabilità includono la progettazione dell’e-commerce aziendale, la collaborazione con il webmaster per garantire un’esperienza utente ottimale, l’analisi dei dati di vendita e l’ottimizzazione delle strategie di marketing e vendita online. Le competenze richieste includono conoscenze economiche, digitali e di marketing, nonché capacità analitiche e organizzative.

Come si distingue dalle altre figure specialistiche

L’E-Commerce Manager è una figura professionale che si distingue da altre figure simili come l’E-Commerce Specialist o l’ADV (Advertising) Specialist per il livello di responsabilità, la portata delle competenze e l’enfasi sulle strategie di business. L’E-Commerce Manager ha un ruolo più ampio e strategico, supervisionando diversi aspetti dell’e-commerce e della gestione del team. L’E-Commerce Specialist e l’ADV Specialist, invece, hanno ruoli più specifici e tecnici, concentrandosi su aspetti particolari dell’e-commerce e del marketing digitale.


L’E-Commerce Manager è una figura professionale che si distingue da altre figure simili come l’E-Commerce Specialist o l’ADV (Advertising) Specialist per il livello di responsabilità, la portata delle competenze e l’enfasi sulle strategie di business. Ecco una distinzione dettagliata tra queste figure:

  • E-Commerce Manager:
    • responsabilità globale: gestisce l’intera operatività dell’e-commerce di un’azienda, includendo strategie di vendita, marketing, logistica e servizio clienti.
    • competenze strategiche: focalizzato sulla pianificazione e l’implementazione delle strategie di business per massimizzare le vendite e la crescita online.
    • leadership e gestione del team: supervisiona team multidisciplinari e coordina diverse attività per assicurare l’efficienza dell’e-commerce.
  • E-Commerce Specialist:
    • ruolo più focalizzato: concentra la sua attenzione su aspetti specifici dell’e-commerce come la gestione del catalogo prodotti, l’ottimizzazione SEO per l’e-commerce o la gestione delle piattaforme e-commerce.
    • competenze tecniche: richiede una comprensione approfondita delle piattaforme e-commerce, delle tecniche di ottimizzazione e degli strumenti analitici.
    • implementazione operativa: meno coinvolto nella strategia di business e più nel lavoro quotidiano di mantenimento e miglioramento dell’e-commerce.
  • ADV Specialist (Advertising Specialist):
    • focus su pubblicità e promozione: specializzato nella creazione, gestione e ottimizzazione delle campagne pubblicitarie online.
    • competenze in marketing digitale: ha conoscenze specifiche in canali pubblicitari come Google Ads, social media advertising e retargeting.
    • analisi delle performance: monitora e analizza i dati delle campagne pubblicitarie per ottimizzare le performance e il ROI (ritorno sull’investimento).

Dove lavora

In generale, qualsiasi azienda che ha una componente significativa di vendite o attività online può beneficiare delle competenze di un E-Commerce Manager. Questo ruolo sta diventando sempre più importante in molti settori, data la crescente tendenza verso l’e-commerce e il commercio digitale.

Vediamo insieme alcuni esempi:

  • aziende di vendita al dettaglio: grandi catene di negozi o marchi che vendono prodotti direttamente ai consumatori possono impiegare E-Commerce Manager per gestire le loro operazioni online.
  • aziende B2B (Business-to-Business): società che vendono prodotti o servizi ad altre aziende possono richiedere E-Commerce Manager per sviluppare e gestire piattaforme di e-commerce B2B.
  • start-up e piccole imprese: in ambienti più dinamici e in rapida crescita, gli E-Commerce Manager possono avere un ruolo cruciale nello sviluppo e nell’espansione delle attività online.
  • agenzie di marketing digitale: alcune agenzie offrono servizi di gestione e-commerce ai loro clienti e possono impiegare E-Commerce Manager come parte del loro team.
  • settore della moda e del lusso: aziende in questi settori spesso hanno un forte focus sul commercio elettronico e possono richiedere esperti per gestire la loro presenza online.
  • aziende produttrici: società che producono beni possono impiegare E-Commerce Manager per vendere direttamente ai consumatori o per gestire piattaforme di e-commerce B2B.
  • servizi e piattaforme online: aziende che offrono servizi digitali o che gestiscono piattaforme di e-commerce possono richiedere manager esperti per dirigere le operazioni online.

Stipendio dell’E-commerce Manager

Quanto guadagna in Italia

Un E-commerce Manager junior può guadagnare in media tra 30.000€ e 45.000€ all’anno, mentre un professionista più esperto con una buona esperienza potrebbe arrivare a guadagnare oltre 60.000€ all’anno. Lo stipendio medio dell’E-commerce Manager in Italia varia in base all’esperienza, alle dimensioni dell’azienda e al settore di appartenenza.

Le opportunità di carriera per un E-Commerce Manager in Italia sono in costante crescita, in quanto l’e-commerce rappresenta un settore in espansione. Le prospettive di carriera includono ruoli di maggior responsabilità all’interno dell’azienda, come E-Commerce Director o Head of E-Commerce, nonché la possibilità di lavorare per aziende di diverse dimensioni e settori. Inoltre, esistono opportunità di carriera come consulente o freelance nel campo dell’e-commerce. 

Progressione di carriera e promozioni

La carriera dell’E-commerce Manager può progredire attraverso diverse fasi e seniority. Alcune possibili progressioni di carriera includono:

  • Junior E-commerce Manager o Specialist: questa è la posizione di ingresso, in cui si acquisiscono le competenze fondamentali nell’e-commerce e si lavora sotto la supervisione di un E-commerce Manager più esperto.
  • E-commerce Manager: Dopo aver accumulato esperienza, si può avanzare al ruolo di E-commerce Manager a pieno titolo, assumendo la responsabilità di gestire le strategie e le operazioni dell’e-commerce per un’azienda.
  • E-commerce Director: In alcuni casi, è possibile progredire fino a diventare E-commerce Director, assumendo la responsabilità di supervisionare l’intero dipartimento e coordinare le strategie e le iniziative di e-commerce a livello aziendale.

Competenze tecniche e soft skills

Tra le competenze tecniche, è richiesta una conoscenza economica, del web marketing, dei principi SEO e degli strumenti di analisi dati. Inoltre, è fondamentale acquisire familiarità con strumenti specifici di analisi dati, feedback e recensioni dei clienti, nonché statistiche.

  • Gestione delle piattaforme e-commerce: conoscenza approfondita di piattaforme come Shopify, Magento, WooCommerce o altre soluzioni personalizzate.
  • Marketing digitale: competenze in SEO (Search Engine Optimization), SEM (Search Engine Marketing), email marketing, social media marketing e marketing dei contenuti.
  • Analisi dei dati: capacità di utilizzare strumenti come Google Analytics, Adobe Analytics per monitorare e interpretare i dati di traffico, le conversioni e altre metriche chiave.
  • Conoscenza del Customer Relationship Management (CRM): gestione delle relazioni con i clienti attraverso strumenti come Salesforce, HubSpot.
  • Conoscenza del sistema di gestione delle scorte: competenze nell’utilizzo di sistemi ERP (Enterprise Resource Planning) e nella gestione dell’inventario.
  • Conoscenze tecniche di base: comprensione di HTML/CSS, JavaScript e altre tecnologie web per interfacciarsi efficacemente con i team di sviluppo.
  • Conoscenze di cybersecurity: consapevolezza delle pratiche di sicurezza online per proteggere i dati dei clienti e dell’azienda.
  • Gestione del pagamento e della logistica: comprensione dei sistemi di pagamento online e delle dinamiche della catena di fornitura e della logistica.

Per quanto riguarda le soft skill, è importante essere in grado di comunicare efficacemente, sia con il team che con i clienti, essere flessibili, adattabili e avere doti da leader per guidare il team e raggiungere gli obiettivi prefissat

  • Leadership e gestione del team: capacità di guidare e motivare un team, coordinando diverse competenze e gestendo il personale.
  • Pensiero strategico: capacità di sviluppare e implementare strategie a lungo termine per la crescita dell’e-commerce.
  • Problem solving: abilità nell’identificare e risolvere problemi complessi in modo creativo ed efficace.
  • Comunicazione efficace: capacità di comunicare chiaramente con i team interni, i fornitori e i clienti.
  • Adattabilità e flessibilità: capacità di adattarsi rapidamente ai cambiamenti del mercato e alle nuove tecnologie.
  • Orientamento al cliente: focus sulle esigenze e sulle aspettative dei clienti per migliorare l’esperienza utente.
  • Gestione del tempo e delle priorità: capacità di gestire efficacemente il tempo e le risorse per massimizzare la produttività.
  • Capacità di negoziazione e persuasione: abilità nel negoziare con fornitori e partner e nell’influenzare le decisioni interne.

Come diventare un E-commerce Manager

Diventare un E-commerce Manager richiede una combinazione di formazione, esperienza e competenze specifiche. Ecco alcuni passi da compiere per intraprendere questa carriera:

  1. Formazione: Inizia con una solida formazione in discipline come marketing, economia o informatica. Puoi considerare corsi specifici sull’e-commerce, il marketing digitale e la gestione di progetti.
  2. Esperienza lavorativa: Cerca opportunità di lavoro o stage in aziende che gestiscono l’e-commerce. Inizia con ruoli di supporto o coordinamento per acquisire esperienza pratica nel settore.
  3. Competenze tecniche: Sviluppa competenze approfondite in piattaforme di e-commerce come Magento, Shopify o WooCommerce. Impara anche a utilizzare strumenti di analisi dei dati, strumenti di marketing digitale e strumenti per l’ottimizzazione del tasso di conversione.
  4. Networking: Partecipa a eventi del settore, connettiti con professionisti dell’e-commerce e unisciti a comunità online per ampliare la tua rete di contatti e imparare dalle esperienze degli altri.
  5. Aggiornamento costante: L’e-commerce è un settore in continua evoluzione, quindi mantieniti aggiornato sulle ultime tendenze, strumenti e strategie. Partecipa a webinar, corsi di formazione e leggi blog specializzati per rimanere al passo con le novità.

Certificazioni per E-commerce Manager

Le certificazioni possono giocare un ruolo importante nella carriera dell’E-commerce Manager, dimostrando competenze specifiche e aumentando l’attrattiva per i datori di lavoro. Ecco alcune certificazioni principali e complementari che possono essere utili:

  • Certified E-commerce Manager (CECM): Una certificazione che attesta le competenze di gestione dell’e-commerce, comprese le strategie di vendita, la gestione delle piattaforme e l’ottimizzazione del tasso di conversione.
  • Google Analytics Individual Qualification (GAIQ): Una certificazione fornita da Google che dimostra competenze avanzate nell’utilizzo di Google Analytics per l’analisi dei dati del sito e la valutazione delle performance dell’e-commerce.
  • Magento Certified Professional: Una serie di certificazioni offerte da Magento che coprono diverse competenze relative alla gestione e alla personalizzazione di piattaforme di e-commerce Magento.
  • Shopify Certification: Certificazioni fornite da Shopify per dimostrare competenze nell’utilizzo e nella gestione di negozi online su piattaforma Shopify.
  • HubSpot E-commerce Marketing Certification: Una certificazione che copre le strategie di marketing specifiche per l’e-commerce, comprese le best practice per la generazione di lead, il content marketing e l’automazione del marketing.

Libri interessanti sul lavoro dell’E-commerce Manager

  • E-commerce Evolved: The Essential Playbook to Build, Grow & Scale a Successful E-commerce Business di Tanner Larsson
  • The E-commerce Book: Building the E-empire di Steffen Zoller, Richard Koch, Martin Butler
  • Conversion Optimization: The Art and Science of Converting Prospects into Customers di Khalid Saleh, Ayat Shukairy
  • Web Analytics 2.0: The Art of Online Accountability and Science of Customer Centricity di Avinash Kaushik
  • The Ultimate Guide to E-commerce Growth: 7 Unexpected KPIs to Scale an E-commerce Brand di Mark D. Adams
  • E-commerce SEO: An Advanced Guide to On-Page Search Engine Optimization for E-commerce di Mr. Traian Neacsu
  • E-commerce Website Optimization: Why 95% of Your Website Visitors Don’t Buy, and What You Can Do About It di Dan Croxen-John, Johann Van Tonder
  • The Lean E-commerce: Apply Lean Startup Methodology to Your E-commerce Business di Benji Walker

Domande comuni ai colloqui per l’E-commerce Manager

  • Come gestisci l’ottimizzazione del tasso di conversione in un sito di e-commerce?
  • Come utilizzi gli strumenti di analisi dei dati per monitorare le performance di un negozio online?
  • Come affronti la gestione dei pagamenti e la sicurezza delle transazioni in un e-commerce?
  • Come gestisci la gestione degli ordini e la logistica in un negozio online?
  • Come pianifichi e implementi strategie di marketing digitale per aumentare le vendite online?
  • Come gestisci le integrazioni tra il sistema di e-commerce e altri sistemi aziendali, come l’ERP o il CRM?

Lascia un commento